Sostenibilità Ambientale

Team Alessio Del Vecchio per Sostenibilità aziendale nella Grande Distribuzione Organizzata (credits: Alessio Del Vecchio Roma: “GDO e sostenibilità ambientale e sociale” dal blog di Alessio Del Vecchio)

Negli ultimi tempi si è parlato molto di tematiche legate all’ecologia e alla difesa dell’ambiente. Il riscaldamento globale, l’inquinamento del pianeta, i consumi elevati d’acqua sono una realtà che non deve essere ignorata. Per questo motivo i cittadini, le aziende e le organizzazioni governative hanno iniziato ad agire iniziando a limitare i consumi e cercando di contenere gli sprechi. Grazie a Greta Thunberg e ai giovani che hanno manifestato in difesa dell’ambiente, anche il mondo della GDO ha iniziato a muoversi a favore di una maggiore sostenibilità ambientale. Quello della GDO è un campo molto vicino alla quotidianità e quindi ai consumatori, dunque è importante che il cambiamento tocchi non solo i cittadini ma anche gli store. 

Uno dei maggiori nemici dell’ambiente sono gli imballaggi, ovvero gli involucri che contengono generalmente gli alimenti. Gli imballaggi sono per la maggior parte composti da materiali plastici che sono assolutamente dannosi ed inquinanti. Per questo motivo l’obiettivo principale delle GDO è quello di migliorare il confezionamento dei prodotti e degli alimenti andando ad eliminare gli imballaggi che inquinano e favorendo packaging sostenibile. 

Nel Nord Europa sono partiti molti esperimenti che rispondono a questa esigenza ecologica. Ad esempio in Francia, la catena di supermercati Carrefour ha firmato un patto che prevede l’eliminazione degli imballaggi in plastica entro il 2025. Ad Amsterdam invece è stato aperto il primo negozio plastic free, un negozio in cui è possibile acquistare solo prodotti con imballaggi sostenibili. Anche in Italia alcuni supermercati si sono mossi a favore dell’ambiente: La coop ha annunciato che entro il 2022 tutti i prodotti marchio coop saranno realizzati con materiali riutilizzabili o riciclabili così come Conad ha intenzione di eliminare completamente la plastica dai prodotti a marchio entro due anni. 

La Grande Distribuzione Organizzata ha molto potere sulle dinamiche del largo consumo e di conseguenza ha una grande responsabilità per quanto riguarda il tema dello sviluppo sostenibile. Impegnarsi nell’eliminazione di tutto ciò che può nuocere al nostro pianeta è un atto importante che deve iniziare adesso. 

Un’altro problema che affligge numerosi paesi è lo spreco alimentare: sono 1.3 miliardi di tonnellate la quantità del cibo che ogni anno viene buttata e contando che nel mondo sono circa 800 milioni le persone che soffrono la fame, si può capire quanto preoccupante sia la situazione. La GDO può intervenire anche in difesa di questo problema sociale, promuovendo delle iniziative che possano contrastare questo fenomeno. Un modo per impegnarsi nel tema della sostenibilità sociale è quello di donare a chi ha più bisogno attraverso delle iniziative che possano allo stesso tempo includere anche i clienti dei supermercati.