Categorie
Uncategorized

GDO Italia: classifica grande distribuzione organizzata

La GDO (Grande Distribuzione Organizzata) in Italia contribuisce a ben il 32,2% dell’intero fatturato che viene generato dai 250 retailer più grandi al mondo. Uno studio da poco pubblicato e condotto dalla Global Powers of Retailing, è riuscito anche – raccogliendo tutti i dati riferiti al fatturato mondiale – a stilare una classifica grande distribuzione organizzata. Ma prima di andare a scoprire come si sono piazzati i grandi gruppi italiani all’interno di questa classifica, spieghiamo un po’ meglio cosa si intende per GDO. La Grande Distribuzione Organizzata – ci ricorda il team di Alessio Del Vecchio – rappresenta quell’insieme di punti vendita che sono gestiti a ‘libero servizio’ e che sono controllati da un gruppo o un’organizzazione che raggruppa diverse insegne commerciali. Organizzati su grandi superfici, i gruppi commerciali aderenti alla Grande Distribuzione Organizzativa, sanno che possono contare su una filiera produttiva affidabile e costante, in grado quindi di soddisfare al meglio le esigenze del consumatore finale. Ecco un breve schema di come vengono suddivisi gli esercizi commerciali ai fini della GDO: si parla di quattro tipologie in particolare, che tengono conto di diversi fattori tra cui la dimensione del supermercato (quindi i metri quadri sui quali si estende), l’ampiezza (cioè il numero di prodotti che può contenere), e la profondità (cioè il numero di referenze per ogni prodotto). In base a questo tipo di classificazione, si possono distinguere ed individuare:
– Supermercati (esercizi commerciali che offrono una superficie di vendita superiore ai 400 mq)
– Ipermercati (quegli esercizi commerciali che si estendono su una superficie di vendita superiore ai 2500 mq)
– Discount (esercizi commerciali che offrono una superficie di vendita che va dai 200 ai 1000mq, ma al tempo stesso possono contenere una limitata gamma di prodotti)
– Libero servizio (con una superficie di vendita che si estende tra i 200 e i 400 mq)

Nello studio di Global Powers of Retailing, per quanto riguarda la GDO Italia, all’interno della classifica grande distribuzione organizzata compaiono alcuni grandi gruppi come Conad (che occupa la posizione numero 69), Coop (in 71esima posizione), Esselunga (al posto numero 117), e il gruppo Eurospin (che si trova in 158esima posizione). E a livello mondiale? Chi occupa le prime posizioni nella classifica grande distribuzione organizzata? Al primo posto di questa importante classifica, figurano i colossi Wal-Mart e Costco (piazzati rispettivamente al primo e al secondo posto), e in terza posizione vi è l’avanzamento di Amazon (che l’anno scorso occupava infatti il quarto posto), accompagnato da un ottimo +18,2%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *